0 00 2 min 5 anni 80

Non se ne può più
Il manifesto di Costantino affisso in città

È stato sempre a sostegno di una “battaglia di civiltà” come lui stesso l’ha definita, Costantino, esponente tra i più attivi del Partito Democratico, tappezza Maddaloni con manifesti raffiguranti immagini di una città caratterizzata da voragini e perdite d’acqua.
Non se ne può più” il titolo del cartellone con il quale Costantino manifesta tutta la propria indignazione al fronte di strade colabrodo e condotte idriche che, è proprio il caso di dirlo, fanno acqua da tutte le parti.

La situazione delle strade a Maddaloni è diventata insostenibile tanto che il dissenso si traduce in un manifesto.
Strade gruviera, perdite d’acqua, mancati servizi stanno difatti facendo arrabbiare i cittadini che  pagano tasse salatissime per servizi non resi. I pericoli per perdoni ed automobilisti sono costanti e spesso, le vittime di queste strade colabrodo sono dovuti ricorrere anche a cure mediche in ospedale. Pensiamo ad esempio agli scooter che circolano di sera su queste strade così insidiose, spesso infami e, purtroppo fatali. Non se ne può più”. 
Questo l’amaro commento di Costantino.