0 00 2 min 2 mesi 145
Scattano diversi divieti: i punti principali dell’ordinanza firmata dal sindaco condivisi nel corso della riunione di ieri del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica

Caserta – Dopo la lite di sabato sera che ha causato l’accoltellamento e la morte del 18enne Gennaro Leone, il sindaco Carlo Marino ha firmato l’ordinanza che si propone di contrastare i fenomeni di violenza nelle zone della movida. Ieri si era riunito il Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico, dopo che si erano sentiti prefetto e sindaco.

L’ORDINANZA

L’ordinanza stabilisce il divieto di consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione ed in qualsiasi contenitore, tutti i giorni dalle ore 22:00 e fino 08:00, nelle aree pubbliche, aperte al pubblico e soggette ad uso pubblico di tutta la Città. Fa eccezione il servizio ai tavoli sulle aree in concessione di occupazione di suolo pubblico. Divieto inoltre sull’intero territorio comunale della vendita al dettaglio per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche, dalle 20:00 alle 08:00 del giorno successivo, per tutti gli esercizi di vicinato, attività artigianali o attraverso distributori automatici. E dalle 22:00 è proibita la vendita delle altre bevande da asporto in contenitori di vetro a tutte le attività commerciali.

Infine divieto assoluto di somministrazione di alimenti e bevande o vendita per i pubblici esercizi e attività artigianali, dalle ore 24:00 e fino 08:00 del giorno seguente, dal venerdì alla domenica nelle strade incluse nel quadrilatero via Roma, via Unità Italiana, via San Carlo, piazza Vanvitelli, via Gasparri, via C. Battisti. Gli ultimi dettagli del provvedimento sono stati definiti nel corso della riunione tecnico-operativa svoltasi questa mattina. Un nuovo incontro del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica è già programmato per il pomeriggio di oggi.