0 00 4 min 10 mesi 341

Se la scorsa settimana eravamo molto presi dall’elezione del Presidente della Repubblica, facciamo gli auguri al “nuovo” presidente Sergio Mattarella, questa settimana siamo presi da un’altra nostra passione che è la musica e precisamente dal Festival di Sanremo.

Ma come la scorsa settimana non siamo stati così distratti da “perdere” le notizie dalla Valle di Suessola, non lo siamo nemmeno per questa.

Partiamo come oramai è consuetudine dalla questione Ospedale.

C’è stato un incontro al vertice come si direbbe tra Guida, sindaco di Arienzo, e Russo direttore dell’Asl. Colloquio cui si è affrontata pure la questione medico di base e pare insomma che le parti si siano lasciate con estrema cordialità

Una “bottarella” al sindaco di Arienzo la da il suo collega Giovanni Ferrara che in un post su fb annuncia il graduale ritorno alla normalità e ricorda come non vi è mai stato un rischio chiusura dell’ospedale.

Sarà! Fu proprio il primo cittadino sanfeliciano a scendere sul piede di guerra per ottenere le garanzie promesse.

Magari tra i progetti faraonici che si stanno mettendo in piedi non sarebbe una cattiva idea anche quella di mettere mano all’ospedale creando una struttura degna di questo nome.

Restando a San Felice a Cancello all’albo pretorio viene pubblicata una determina alquanto assurda riguardante l’acquisto di gasolio per una scuola di Polvica. Dunque, a fine ottobre il comune si impegna ad acquistare 1000 litri di gasolio al costo di 1789€ iva inclusa. Nel documento è riportato che a causa delle rigide temperature di questo periodo bisogna comprare altri 1000 litri di gasolio.

Non è chiaro se vi è un consumo anomalo del gasolio o un errore nel conteggio del gasolio necessario per l’inverno. Nessuna spiegazione. Serve, causa periodo particolarmente freddo. Quindi bisogna impegnare una spesa di altri 1980€ facendo salire la spesa complessiva a 3769€!

Riguardo Santa Maria a Vico strana la lettera aperta ai cittadini a firma dell’amministrazione comunale.

Nella missiva si dice di essere preoccupati per le disposizioni governative in termini di contrasto al covid riguardanti la scuola.

Strano che appena un paio di mesi addietro proprio l’amministrazione comunale metteva in campo una serie di iniziative natalizie giornaliere di oltre un mese rivolte proprio ai ragazzi! Non solo, noi mai dimenticheremo come l’assessore Affinita il 30 agosto, se la memoria non ci difetta, rispondendo in maniera infastidita ad una interrogazione assicurà che il diritto allo studio sarebbe andato avanti senza problemi affianco al diritto alla salute!

La lettera si chiude con un invito alla cittadinanza a vaccinarsi e al rispetto delle regole.

Tra poco è Carnevale e vedremo cosa le amministrazioni intedono fare.

Ultima questione in termini cronologici riguarda l’Ufficio del Giudice di Pace. I sindaci Pirozzi e Guida in un comunicato congiunto accusano il collega Ferrara di venir meno ad accordi che riguarderebbe l’assegnazione all’Ufficio di un dipendente di categoria C minacciando con ultimatum. Di rimando il sindaco di San Felice pubblica una delibera di giunta su Fb in cui stabilisce di assegnare allìUfficio tre dipendenti categoria B1 che andranno ad alternarsi tra loro.

Guida ha subito risposto definendo tale soluzione una sorta di presa in giro, ricordando come San Felice debba assicurare un dipendente di categoria C.

Il sindaco di Arienzo ha comunque assicurato che non è pericolo l’Ufficio ma solo capire se deve essere portato avanti da Arienzo e Santa Maria a Vico o anche da San Felice a Cancello.

Intanto la situazione Covid positivi è alquanto stabile:

Arienzo 174
Cervino 159
San Felice a Cancello 523
Santa Maria a Vico 463

Valle di Suessola totale positivi 1319.