0 00 3 min 3 anni 126
Dal 18 maggio via libera agli allenamenti di squadra per tutti gli sport: la decisione arriva dopo il parere del Comitato Tecnico Scientifico che coadiuva il Governo

Ancora non c’è una data per la ripresa del campionato di Serie A, eppur qualcosa si muove. La riunione in videoconferenza nel pomeriggio tra il Governo e le Regioni è stata l’occasione per sancire il via libera agli allenamenti in gruppo delle squadre. Lo hanno annunciato in una nota congiunta il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora e quello della Salute Roberto Speranza. “Il parere richiesto dal Governo sul protocollo presentato dalla FIGC è stato espresso dal Comitato Tecnico Scientifico e conferma la linea della prudenza sinora seguita dai ministeri competenti. Le indicazioni del Comitato, che sono da considerarsi stringenti e vincolanti, saranno trasmesse alla Federazione per i doverosi adeguamenti del Protocollo in modo da consentire la ripresa in sicurezza degli allenamenti di squadra a partire dal 18 maggio”.

QUARANTENA IN CASO DI POSITIVITÀ

La domanda era circolata insistente nei giorni precedenti la decisione del Governo. Cosa succede in caso di positività di un giocatore? L’intera squadra va in quarantena per 14 giorni. Questa è uno dei cambiamenti che dovrà essere introdotto nel protocollo stilato dalla Federcalcio.

SPADAFORA: “INTRODOTTE VARIAZIONI IMPORTANTI”

“Il Comitato tecnico scientifico chiede delle modifiche vincolanti al protocollo della FIGC, per esempio di garantire che se durante gli allenamenti dovesse emergere un positivo, la squadra e tutto lo staff tecnico restino in quarantena senza nessun contatto esterno. Oppure che siano i medici delle società ad assumersi tutte le responsabilità dell’attuazione del protocollo”. Così il Ministro dello Sport. “Un’altra cosa importante è che i numerosi test molecolari previsti per i calciatori non vengano fatti a discapito di tutti gli altri cittadini. Se la FIGC accetterà tutte queste indicazioni, gli allenamenti potranno riprendere sicuramente il prossimo 18 maggio“. 

SPERANZA: “PER LA RIPRESA DEL CAMPIONATO C’È ANCORA DA ATTENDERE”

La ripresa del campionato? Dalle indicazioni del Comitato tecnico scientifico emerge che la linea della prudenza che abbiamo avuto sino ad oggi sia la linea giusta da seguire. Avremo bisogno almeno di un’altra settimana per vedere la curva dei contagi e poter poi decidere sul campionato”. Queste le parole del Ministro della Salute. “Intanto è evidente che il 18 maggio devono ricominciare gli allenamenti anche di tutti gli altri sport di squadra, sempre seguendo i protocolli, ma soprattutto io domani mattina presenterò formalmente al CTS le linee guida per far riaprire entro la fine del mese di maggio tutti gli altri impianti e centri sportivi, a partire dalle palestre, perché il mio obiettivo chiaramente è che tutto lo sport possa ripartire in sicurezza”.