0 00 6 min 2 anni 221

Sfuma all’ultima giornata il sogno della Maddalonese di centrare i playoff. Tanta amarezza ed anche un pizzico di rabbia per i numeri impietosi che hanno condannato i granata che tra mille sacrifici ed ostacoli sono arrivati ad un passo dall’accesso alla griglia per gli spareggi di Serie D. La Maddalonese chiude il suo girone a sedici punti esattamente come il Pianura (girone B), Scafatese e Pomigliano (girone C), e addirittura con tre punti in meno rispetto a Palmese ed Angri (girone D e girone E) che riescono a staccare il pass soprattutto grazie ad una migliore differenza reti. Il sogno della compagine cara al presidente Verdicchio si è vanificato davanti ai segni “più” e “meno” della differenza reti che ha condannato senza appello i granata che hanno pagato a caro prezzo, in primis, le otto reti subite nella doppia sfida con la Frattese e lo 0-1 (andata e ritorno) contro la Napoli Nord che poteva essere sicuramente rimpinguato in miglior modo. I playoff avrebbero rappresentato un premio per il lavoro e i sacrifici di calciatori e società ma, resta tutta la buona esperienza accumulata in questo primo anno di Eccellenza. Nell’ultima giornata della stagione regolare giostra del gol contro il Mondragone. Alla formazione di mister De Meo vanno riservati applausi sinceri per aver disputato una gara con grande lealtà sportiva e nonostante l’enorme passivo finale non ha mai rinunciato a tenere testa ai più quotati avversari. Anche per il Mondragone un campionato che si chiude avendo dato la possibilità a tanti ragazzi di mettersi in mostra e la certezza di avere calciatori come Zeoli, Coppola e Pagliuca che possono rappresentare una sicurezza nella categoria. Partita ovviamente senza storia al “Cappuccini” con la Maddalonese che mette a segno sei reti che potevano essere tranquillamente il doppio per il numero di occasioni create. Anche oggi, purtroppo, l’imprecisione sotto porta è stata pagata caramente. Inizio di gara con il brivido perché al nono minuto il Mondragone crea due ottime occasioni sull’asse Coppola-Pagliuca che terminano di poco al lato. All’11 è Di Pietro dalla distanza a trovare un grande tiro che Zoeli togli dal palo con un grande intervento. Al 14’ ancora Pagliuca mette paura con un rasoterra dal vertice sinistro che costringe Cerreto all’intervento. Un minuto dopo il gol con la sventagliata di Barletta che serve Di Mauro che di prima intenzione insacca con un violento diagonale. Poi un tris di clamorose occasioni con Cioffi, Di Mauro e Barletta che non trovano lo specchio della porta. Al 34’ inizia lo show del capitano granata che mette i panni di uomo assist: dal suo corner arriva l’incornata di Falco per il 2-0. Ancora dal suo piede magico arriva il suggerimento per Zacchia che schiaccia di testa per il tris, infine ancora Barletta che si beve tutta la difesa del Mondragone per servire un cioccolatino a Verdicchio che fa 4-0 a porta vuota e chiude il primo tempo.

Lo sconforto dei calciatori granata al termine di Maddalonese-Mondragone

La ripresa si apre con il Mondragone che colpisce la traversa al minuto 47’ con Torinelli che vede infrangersi sul legno la sua bellissima conclusione dal limite. Il caldo inizia a farsi sentire ma le palle gol per i padroni di casa sono sempre più clamorose. Ancora Cioffi e Di Mauro che falliscono l’appuntamento con il tabellino marcatore. Al 71’ il “baby” Romagnoli trova l’incrocio con una mezza girata dall’interno dell’area di rigore e dopo due minuti De Fenza e puntuale nell’impattare di testa per il 6-0. Inevitabile che l’attenzione si sposti sugli altri campi dove giungono notizie sull’inattesa goleada della Scafatese e sull’Albanova che fa il colpaccio ad Acerra. Cala la concentrazione ed arriva l’errore della difesa che porta all’atterramento di Cerreto su Pagliuca per il rigore trasformato da Fontana. Una bella partita per il pubblico tornato al “Cappuccini”, emozioni, applausi e un campionato che termina senza il lieto fine. Onore a tutto il gruppo che avrebbe meritato la passerella playoff.

Questi gli accoppiamenti playoff in campo da domenica***: FRATTESE-POMIGLIANO/ISCHIA-PALMESE/CERVINARA-AGROPOLI/SAN GIORGIO-SCAFATESE/V. CILENTO-ALBANOVA/MARIGLIANESE-NAPOLI UNITED/PIANURA-ANGRI/ACERRANA-BARRESE ***IN ATTESA DI RESPONSO DEFINITIVO RECLAMO AGROPOLI

MADDALONESE-MONDRAGONE 6-1

MADDALONESE: Cerreto, Zacchia (62’ Lanni), Falco, Viscovo, De Fenza, Barletta, Della Ventura, Di Pietro (17’ Caruso, 62’ Romagnoli), Verdicchio, Di Mauro, Cioffi. A disp.: Formisano, Ferraro, Natale, Posillipo, Desiato, Della Valle. Allenatore: Portone

MONDRAGONE: Zeoli (46’ Capasso), Tufo, Zoppino (76’ Follera), Del Prete (46’ Maggio), Colella, Mazzone (43’ Di Landa), De Iorio, Torinelli, Pagliuca (75’ Fontana), Di Giorgio, Coppola. A disp.: Barra, Riccio, Nugnes. Allenatore: De Meo

ARBITRO: Capezza di Napoli

MARCATORI: 15’ Di Mauro, 34’ Falco, 36’ Zacchia, 40’ Verdicchio, 71’ Romagnoli, 73’ De Fenza, 86’ Fontana (rig.)

AMMONITI: Falco, Zoppino